The product has been added to your cart

fasce, maschere

Accessori per rendere più piccante il vostro rapporto d'amore

Fasce e maschere BDSM per risvegliare i sensi

Solo visivo, per aumentare i sensi, per costringere, per dominare o sottomettere... Fasce e maschere, molto popolari tra i feticisti, sono parte integrante della sfera BDSM.

per page
Showing 1 - 6 of 11 items
Showing 1 - 6 of 11 items

Il posto di questi accessori nel BDSM

Sia la benda che la maschera vengono utilizzate per costringere il partner e privarlo di uno dei suoi sensi: vista. Questi accessori sono maliziosi perché non fanno parte della tipica sessualità "vaniglia". Dai più morbidi ai più duri, ce n'è per tutti i gusti, tanto che basta una semplice benda di seta per essere classificati nella categoria bondage. Non c'è nulla di male nel voler rendere più piccanti le proprie pratiche sessuali per dar loro una nuova dimensione; soprattutto perché la benda e la maschera sono molto più comuni di quanto si possa pensare. Quasi comuni al giorno d'oggi, sarebbe un peccato farne a meno.

L'uso sessuale di maschere e bende

L'uso di questi accessori SM è ben noto, sia tra i principianti e gli amatori del soft bondage, sia tra i più esperti. Perché la privazione sensoriale è una pratica BDSM comune e decuplica le sensazioni sotto ogni aspetto. È noto che una persona privata di uno o più sensi sviluppa maggiormente gli altri: una persona ipovedente, ad esempio, ha un udito migliore. Sia la benda che la maschera hanno il ruolo di intensificarle, privando il soggetto della vista.
La pelle diventa più sensibile, i suoni sono amplificati e l'eccitazione sale mentre ci si chiede quale punizione abbia in serbo il padrone o la padrona. Dai semplici colpi alle punizioni più severe, questi accessori permettono di sentire ogni fibra, mescolando apprensione e impazienza. Per questo motivo è importante stabilire un vero rapporto di fiducia tra i due partner e conoscere in anticipo le intenzioni dell'altro per evitare spiacevoli sorprese, soprattutto attraverso un contratto orale o scritto.
Le maschere, come i lupi, sono utilizzate anche nelle feste private per consentire agli scambisti di rimanere anonimi. Essere osservati da più persone che indossano una maschera può anche aumentare l'eccitazione se vi piace essere al centro dell'attenzione.

La diversità delle fasce e delle maschere bondage

Nel panorama SM ci sono molti modelli, sia da donna che da uomo, per tutti i gusti. La forma, la consistenza, l'opacità, il comfort, le dimensioni, l'elasticità... Questi sono solo alcuni dei dettagli che faranno la gioia di tutti gli appassionati.

I diversi materiali di questi accessori erotici

I cerchietti in seta e raso sono tra i più diffusi, perché sono morbidi al tatto e particolarmente eleganti. Sono tessuti nobili, facili da annodare e con una buona opacità. Sono molto popolari tra le donne e i principianti, perché consentono un approccio delicato al bondage.
Parimenti popolari alla seta e al raso, i cerchietti in pelle aggiungono un potente tocco feticista. Di solito hanno fibbie regolabili per adattarsi a tutte le taglie, sono robusti e completamente coprenti. Oltre alla texture sensuale sulla pelle, che sia granulosa o liscia, la pelle ha un altro asso nella manica: il suo odore. E con la privazione della vista si acuisce anche l'olfatto. È noto che l'odore del cuoio, sia animale che raffinato, ha un potere sessuale.
Le fasce in lattice o spandex sono più rare, poiché questo materiale è spesso riservato alle maschere o ai cappucci. Le fasce in lattice sono talvolta imbottite, ma lo scopo del materiale non è il comfort, quindi di solito sono mantenute sottili per modellare con precisione il viso. Queste texture hanno il merito di attirare molti feticisti.
Più economiche, le fasce e le maschere di cotone non sono le più estetiche né le più sensuali, ma rimangono accessibili e funzionali. Sono una buona alternativa per i partner che si lanciano timidamente nella privazione sensuale e che cercano di essere a proprio agio con gli accessori.
Inoltre, possono essere foderati con pelliccia sintetica o pile, in modo da armonizzare comfort e morbida sensualità. Queste maschere sono ideali da abbinare ai legacci di pelliccia per un completo abbigliamento bondage.
Esteticamente più gradevoli, le maschere e le fasce di pizzo creano mistero e immergono i partner in un'atmosfera da boudoir. Il pizzo può essere di seta, per essere morbido sulla pelle e rendere il tessuto elastico, oppure di cotone o poliestere, per le forme più fantasiose. Alcune maschere, più simili a lupi, sono addirittura in metallo.

L'arte di legare la maschera

La maschera può essere legataal tessuto con un elastico, un velcro, una fibbia come una cintura o un laccio da scarpe: le fasce e le maschere possono essere chiuse in molti modi. È consigliabile scegliere l'accessorio SM che si adatta alla testa, perché basta una sola caduta per riprendere i sensi e ricominciare da capo. Per questo motivo, il velcro e le fibbie sono le scelte migliori, in quanto si adattano a tutte le teste.

Dal comfort all'estetica

Per i principianti, le collezioni con materiali morbidi e forme sexy sono le più popolari. È raro che un neofita passi direttamente al BDSM duro sotto cuffiette di sottomissione in lattice. I pizzi e i disegni eleganti appartengono quindi più all'ambito estetico, mentre le fasce di seta o di raso sono più riservate al comfort. Tuttavia, per questi ultimi, ci sono alcuni dettagli da conoscere per rendere le sessioni di bondage più piacevoli.

Infatti : la punizione non deve essere necessariamente scomoda, proprio come la privazione del significato. Per questo motivo, molti marchi hanno pensato di imbottire le maschere intorno agli occhi, al naso e alle orecchie, per unire la praticità alla facilità. Altri hanno pensato di creare un doppio cinturino per una migliore vestibilità, mentre alcuni produttori hanno pensato a bende oculari rimovibili individualmente per adattarsi a tutti i punti di vista.
Tuttavia, un accessorio può essere bello e armonioso, ma anche comodo da indossare; non è detto che l'uno vada senza l'altro. Molte maschere in pelle hanno un design sviluppato e sono ben fatte. Il compromesso è che l'investimento è più costoso, ma eccellente nel lungo periodo. Maschere in vernice con catene, maschere a forma di visiera con una cresta di borchie dorate, maschere di coniglio, gatto o volpe, altre con motivi o addirittura con un guinzaglio... Ce n'è per tutti i gusti e per tutti i generi.

Versatilità nella privacy

Le fasce hanno spesso il vantaggio di essere lunghe. Sia per raddoppiare lo spessore e aggiungere opacità, sia per essere utilizzati come fermi per mani o piedi. Se l'arte dello shibari è acquisita in altro modo, è possibile legare facilmente piedi e pugni. Con una lunghezza e una pratica sufficienti, anche legare la testa alle mani o ai piedi non è impossibile e costituisce un accessorio BDSM versatile.
Le maschere, invece, sono spesso dotate di piccoli dettagli, come fibbie e cinghie per il fissaggio di un guinzaglio o di vincoli. Esistono anche maschere a doppio uso con un bavaglio attaccato.

Le varianti SM

Esistono molti derivati di questi accessori bondage. I lupi, intagliati in un bel pizzo o in metallo, sono spesso utilizzati, sia a letto che nelle feste per scambisti, dove l'anonimato può essere mantenuto con questo accessorio.

La cuffietta può essere integrale, come un cappuccio bondage, o incompleta. In tutti i casi, si tratta di una variante hard delle maschere bondage. Molto popolare tra i feticisti e i sadomasochisti, con questo oggetto la privazione dei sensi non si limita alla vista. Il sottomesso può essere privato dell'udito o del gusto, o anche di entrambi allo stesso tempo, ed esercitare un controllo totale su di lui. A volte la cuffietta viene indossata anche sopra uno zentai per dare la sensazione di essere stretti o chiusi dentro.
In alternativa, può avere aperture come una cerniera o un foro nella bocca per alternare i piaceri. Il passamontagna non è altro che una maschera integrale per chi ama avere il controllo.
Ma questo accessorio non è solo per i dominati, poiché contribuisce a molteplici giochi di ruolo. Assumendo le sembianze di un ladro o di uno sconosciuto, ad esempio, il padrone può diventare una qualsiasi figura di potere e castigare il suo partner dall'alto.
Infine, anche le maschere zoomorfe sono regolarmente rappresentate. La figura di Catwoman è la più conosciuta nella cultura popolare: la sua maschera in lattice con orecchie da gatto ha fatto fantasticare molte persone. Ci sono anche maschere di lupi, conigli, cani e altri animali domestici. È proprio questo lo scopo di questi accessori: l'addomesticamento dell'altro attraverso pratiche e giochi sessuali.

Con gli accessori di tutti i giorni

Naturalmente, non è sempre necessario utilizzare un accessorio BDSM specifico. Con un po' di fantasia, non è difficile utilizzare gli strumenti di tutti i giorni. Una cravatta, ad esempio, è un'ottima fascia per capelli, ma anche un buon freno. Anche i collant possono andare bene, purché non siano legati intorno al collo e non ci sia il rischio di strangolamento incontrollato. Infine, anche i foulard come le bandane sono validi alleati, ma rimangono accessori meno estetici e meno comodi rispetto alle maschere e alle fasce pensate per questo scopo.

Alcune regole di sicurezza

La sicurezza prima di tutto: questo aspetto non deve mai essere trascurato durante il sesso, soprattutto quando è malizioso. I vari accessori devono essere conosciuti e padroneggiati prima di ogni utilizzo e le pratiche non devono superare i limiti di entrambi i partner. L'uso di una parola sicura è sistematico, sotto forma di parola, colore o oggetto. Per quanto riguarda l'uso corretto di questi accessori, occorre prestare particolare attenzione alle cuffiette: il sottomesso deve essere in grado di respirare correttamente e deve essere in grado di usare la parola di sicurezza in ogni momento.